Cerca comune

Avellino

Vota il comune

Giudizio: 4.9 su 5 (104 voti ricevuti).

Comune di Avellino

A differenza di Napoli e Salerno , Avellino ha un piccolo patrimonio storico.Infatti non è molto conosciuta per i monumenti ma per le vie enogastronomiche tra cui primeggia il Fiano di Avellino il vino bianco prodotto in città.


Monumenti e lguoghi da vistare

La Cattedrale
La Cattedrale presenta una facciata neoclassica e un ricco interno baroccheggiante. Impostato su tre navate a croce latina, l'ambiente è costituito da marmi pregiati dell'altare maggiore.
All'interno troviamo la statua della Madonna dell'Assunta , è veneratissima dagli avellinesi che la associano a S.Modestino nel patronato della città. Nel Duomo sono custodite le sue reliquie che è possibile visitare il 14 febbraio, giornata a lui dedicata. Per i devoti è di grande importanza anche la presenza di una spina attribuita alla corona di Cristo nel momento della Crocifissione.

Il Campanile
Costruito in grossi blocchi di pietra viva dove sono inserite epigrafi e strutture romane provenienti da monumenti sepolcrali di Abellinum.

La Cripta
Situata sotto il Duomo nella chiesetta di S.Maria dei Sette Dolori, o cripta dell'Addolorata. In essa è possibile visitare i colatoi mortuari intagliati nella pietra di tufo.

Il Castello Longobardo
Fu il centro dell'amministrazione dei Conti avellinesi che ne fecero anche un centro di cultura letterario. Fu abbandonato e distrutto nel sec. XVIII per decisione di Antonia Spinola, moglie di Marino III Caracciolo.

La Torre dell'Orologio
Progettata dall'architetto di Elusone fu costruita da Fanzago e Giovanni Battista Nauclerio.
Alta 36 metri, presenta due diversi ordini architettonici.
A causa dei terremoti dei secc. XVII e XVIII, fu restaurato nel 1782.
La torre tuttora funzionante rappresenta il simbolo della città con i suoi rintocchi ogni 15 minuti.

Fontana di Bellerofonte
Conosciuta più comunemente come 'Fontana dei tre cannoli' per i suoi tre zampilli d'acqua, fu costruita dal Fanzago. Originariamente ricca di statue, la fontana raffigurava Bellerofonte nell'atto di uccidere la Chimera.
L'ultimo restauro è attribuito all'anno 2004.

Obelisco di Carlo II
L’Obelisco raffigura Carlo II d'Asburgo. Fu realizzata da Fanzago nel 1668.
L'obelisco consiste in un basamento ottagonale con quattro colonnine sui lati corti.

Palazzo De Concilii
Situato nei dintorni del Duomo oggi è sede di sale per convegni e uffici.

Palazzo di Dogana
Costruito durante il medioevo rappresentava il più grande ufficio delle entrate della città. Ereditata da un feudatario, fu restaurata ed abbellita da Cosimo Fanzago e Clusone che resero la facciata scenografica grazie alla presenza di due grossi leoni di pietra.Nel 1992, l'edificio fu danneggiato da un grave incendio doloso. Oggi è un rinomato centro culturale per attività estive di incontri letterari, artistici e di musica etnica, quest'ultima evidenziata dalla manifestazione Musica che si tiene nel mese di giugno ed ospita artisti internazionali

Il Teatro Carlo Gesualdo
Nacque per opera di Carlo Aymonino e Gianmichele Aurigemma.
Esso rappresenta la perla della città con la sua capienza di 1.200 posti a sedere e un impianto acustico tra i più importanti d'Europa.

Il Museo Provinciale
Comprende tre sezioni: sezione archeologica; sezione d'arte moderna sezione risorgimentale. Tra i resti più antichi possiamo ammirare uno scheletro integro di era paleolitica e numerosi utensili di età neolitica.




Commenti degli utenti su Avellino Inserisci nuovo commento su Avellino
Aggiungi un commento
Segnala un testo per il comune di Avellino
Segnala una foto per il comune di Avellino
Inserisci il tuo sito su Avellino